Home Page » Temi Ambientali » Acqua » Acque dolci idonee alla vita dei pesci

Acque dolci idonee alla vita dei pesci

Il D.Lgs. n. 152/2006 individua, tra le acque superficiali a specifica destinazione funzionale, le “acque dolci che richiedono protezione e miglioramento per essere idonee alla vita dei pesci”.

Ai sensi dell’art. 84, le Regioni effettuano preliminarmente la designazione delle acque, privilegiando i corpi idrici di particolare pregio ambientale, scientifico o naturalistico e successivamente, le classificano in acque dolci "salmonicole" o "ciprinicole".

Ai sensi dell’art. 85, le acque designate e classificate si considerano idonee alla vita dei pesci se rispondono ai requisiti riportati nella Tabella 1/B dell'Allegato 2 alla parte terza del decreto.

In Puglia, la prima designazione č stata effettuata con DGR n. 6415/1997; le acque sono state classificate come “ciprinicole”.

Attualmente risultano designati 15 siti, con acque “ciprinicole” - in cui sono allocate 20 stazioni di monitoraggio. Le acque dolci idonee alla vita dei pesci sono costantemente monitorate da ARPA Puglia, che produce annualmente la valutazione di conformitā ai sensi della norma.

 

Esiti del monitoraggio annualitā 2021   -   Proposta trasmessa da ARPA Puglia con nota prot. n. 40135 del 26/05/2022

Esiti del monitoraggio annualitā 2020     -   DGR n. 1522 del 07/11/2022

Esiti del monitoraggio annualitā 2019    -   DGR n. 819 del 24/05/2021

Esiti del monitoraggio annualitā 2018    -   DGR n. 377 del 19/03/2020

Esiti del monitoraggio annualitā 2017    -   DGR n. 905 del 21/05/2019

Esiti del monitoraggio annualitā 2016    -   DGR n. 496 del 27/03/2018

Esiti del monitoraggio annualitā 2015    -   DGR n. 1267 del 04/08/2016

Esiti del monitoraggio annualitā 2014    -   DGR n. 1267 del 04/08/2016

 

ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2022

Condividi