Acque destinate alla vita dei molluschi

Descrizione indicatore
L’indicatore monitora le acque marine costiere e salmastre, sede di banchi e popolazioni naturali di molluschi bivalvi e gasteropodi, designate dalla Regione Puglia in quanto richiedenti protezione e miglioramento, sia per consentire la vita e lo sviluppo dei molluschi che per contribuire alla buona qualità dei prodotti della molluschicoltura direttamente commestibili per l'uomo.
La Regione Puglia, con Deliberazione della G.R. n. 785 del 24 giugno 1999, ha prodotto la designazione delle aree con requisiti di qualità delle acque destinate alla molluschicoltura, individuando complessivamente n. 19 aree (18 marine e 1 salmastra) suddivise in nove cartografie. La classificazione delle zone acquee in aree di produzione e di stabulazione dei molluschi destinati al consumo umano è stata definita con DGR n. 786 del 24 giugno 1999.
Successivamente sono state individuate altre aree, approvate come classificazione complementare alla prima. 

Il monitoraggio ambientale di tali acque in Puglia attualmente riguarda 14 aree destinate alla vita dei molluschi, controllate in 21 punti stazione.

 
Obiettivo
Valutare la conformità delle acque destinate alla vita dei molluschi.
La verifica della conformità è mutuata dal D.Lgs. n.152/2006 e ss.mm.ii., il quale prevede che le acque si considerino idonee quando i campioni, prelevati nello stesso punto per un periodo di dodici mesi, rispettino i valori e le indicazioni di cui alla Tabella 1/C, Sezione C dell’Allegato 2 alla Parte III del decreto.


Periodicità di aggiornamento: Annuale

2018 - Stato e trend indicatore

20152014 - 2013 - 2012 - 2011 - Stato e trend

2010 e precedenti - RSA

[aggiornato il 17 marzo 2022]

Condividi