Home Page » Documentazione » Notizie dall'Agenzia » Premio ArpAmare 2023: al via la mostra delle opere d'arte realizzate dai ragazzi delle Accademie di Belle Arti pugliesi che hanno partecipato al concorso per arti visive

Premio ArpAmare 2023: al via la mostra delle opere d'arte realizzate dai ragazzi delle Accademie di Belle Arti pugliesi che hanno partecipato al concorso per arti visive

Mostra premio ArpAmare 2023
ven 16 giu, 2023

Al via la mostra “Premio ArpAmare 2023” che si terrà dal 19 giugno al 14 luglio presso la Direzione generale di Arpa Puglia (Corso Trieste 27, Bari – secondo piano).

Saranno allestite le 14 opere d’arte realizzate dagli iscritti e dai diplomati alle Accademie di Belle Arti pugliesi (Bari, Foggia e Lecce) che hanno partecipato al concorso per arti visive “Prospettiva blu: un mare d’arte in Puglia”.

La mostra sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00, con ingresso gratuito. Sarà tuttavia necessario prenotarsi almeno 24 ore prima mandando una mail a l.carrino@arpa.puglia.it.

Il “Premio ArpAmare 2023” è stato consegnato l’8 giugno scorso nel Campus Cosimo Lacirignola della sede italiana del Centro Internazionale di Alti Studi Agronomici Mediterranei (Ciheam Bari), in occasione delle manifestazioni realizzate per la Giornata Mondiale degli Oceani 2023. Hanno consegnato i premi l’assessore regionale all’Ambiente, Anna Grazia Maraschio (alla prima classificata), Vito Bruno, direttore generale di Arpa Puglia (alla seconda classificata), e Maurizio Raeli, direttore del Ciheam Bari (alla terza classificata).

La giuria, presieduta dal critico d’arte Pietro Marino, ha assegnato il primo premio (2500 euro) a Laura Paladini dell’Accademia di Belle Arti di Lecce per la presentazione al concorso dell'opera Sguardi nel blu: la sfida di preservare il mare della Puglia, realizzata con la tecnica del lettering su pannello di compensato, lettering su pannello di plexiglass e plastica colorata (Dimensioni: 60 x 65 cm), con la seguente motivazione: “l’opera rappresenta un pannello che, attraverso una brillante gamma cromatica di tonalità blu, sottolinea il problema del consumo di plastica, con l'aggiunta di scritte dorate che richiamano le coste pugliesi di maggiore interesse naturalistico”. Ha assegnato il premio alla seconda classificata (1500 euro) Vanessa Ciaula dell’Accademia di Belle Arti di Bari per l'opera Inchiostro, realizzata su carta di riso, polpo (matrice), nero di seppia, con la tecnica “Gyotaku”, un metodo tradizionale di stampa giapponese,  che  utilizza come matrici di stampa oggetti naturali o piccoli animali marini (Dimensione: 35 x 50 cm). Il premio è stato assegnato con la seguente motivazione: “l'artista utilizza una sofisticata tecnica di stampa giapponese per esaltare il polpo come simbolo della natura locale. Sfruttando materiali biologici come l'inchiostro di seppia su una delicata carta di riso, l'opera coniuga l'aspetto ambientale con l'espressione artistica”. La giuria ha assegnato il terzo premio (1000 euro) a Michela Fiandanese dell’Accademia di Belle Arti di Lecce per l'opera Inprinting realizzata su pannello di legno, con colori acrilici, cartoncini, materiali organici, utilizzando la stampa con acrilico su carta e pittura ad acrilico acquerellata (Dimensioni: 90 x 90 cm). La giuria ha espresso la seguente motivazione: “l'autrice unisce la cultura dell'impronta, comune sia all'etologia, sia all'arte contemporanea, per evocare tracce di vitalità dell'ecosistema marino. Al centro dell'opera, la riscrittura manuale dell'incipit del romanzo Il vecchio e il mare di Hemingway, ne conferisce un valore concettuale”.

La giuria ha, inoltre, deciso di assegnare una menzione speciale alle opere che hanno suscitato un’attenzione particolare durante la selezione dei vincitori. Tali opere sono: Emergency di Marina Caggiula (dell’Accademia di Belle Arti di Lecce), Chrysaura di Emily D'Agostino (dell’Accademia di Belle Arti di Foggia), Il Mare dell'eternità di Xiuwen Guan (dell’Accademia di Belle Arti di Bari), Sette Mari di Caterina Maiullari (dell’Accademia di Belle Arti di Bari), Non ci sono ali di Sara Rizzo (dell’Accademia di Belle Arti di Lecce),  e Mini bag Medusa di Valentina Stella (dell’Accademia di Belle Arti di Foggia). Oltre alle opere vincitrici e alle menzioni speciali, saranno esposte anche le opere di Melany Cucci (Profundum), Michael Nacci (Com’è profondo il mare), Michela Pizzo (A cozze), William Prayer (Preludio di Tempesta – Polignano a Mare), Andrea Monticelli (Piccoli pesci di basso fondo).

Il premio ArpAmare, giunto alla terza edizione, ha tra gli obiettivi la valorizzazione dell’ambiente e del territorio. “La scelta di investire sulla cultura, ripaga sempre – ha dichiarato Vito Bruno, direttore generale di Arpa Puglia – . L’entusiasmo dei ragazzi, la bellezza delle loro opere, valutate da una giuria di grande competenza, ci spingono a lavorare con sempre maggiore impegno nella direzione della integrazione tra obiettivi legati alla conoscenza scientifica e nuovi stimoli culturali che rafforzino la sensibilità verso la prevenzione e la tutela dell’ambiente”.

Maggiori informazioni: l.carrino@arpa.puglia.it

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

gio 20 giu, 2024
La Puglia si conferma prima in Italia, per il quarto anno consecutivo, per qualità delle acque di balneazione ....
gio 20 giu, 2024
La Puglia si conferma prima in Italia, per il quarto anno consecutivo, per qualità delle acque di balneazione ....
mar 18 giu, 2024
I dati relativi al monitoraggio delle acque costiere di balneazione della Puglia e delle altre regioni ....
mar 18 giu, 2024
I dati relativi al monitoraggio delle acque costiere di balneazione della Puglia e delle altre regioni ....

Eventi correlati

Data: 24-11-2023
Due progetti dedicati alla pesca sostenibile, ai pescatori e ai consumatori: "Puglia FishLifeStyle" e "Il pescatore ecologico": dopo la fase divulgativa l'evento finale si terrà il 24 novembre nel salone della Camera di Commerci
Data: 08-06-2021
Luogo: Tricase
Data: 04-11-2020
Luogo: Centro Regionale Mare - ARPA Puglia
Presentazione, in collaborazione con il DICAR del Politecnico di Bari, di "Vieste, il faro di Sant'Eufemia" - VI volume della collana "Fari dell'Adriatico"
Data: 07-10-2019
Luogo: Bari
Lunedì 7 ottobre 2019 ARPA Puglia inaugurerà il Centro Regionale Mare (CRM), un'unità operativa complessa che svolgerà attività di alto livello tecnico, con riferimento all'intero territorio regionale e alle peculiarit&a

Immagini correlate

In questa pagina