Unità Ambiente e Salute

Registro Tumori Puglia


registro tumori - ambiente e salute

Premessa

La storia della Registrazione oncologica in Puglia nasce sulla base della criticità legata alla presenza delle aree metropolitane di Taranto e Brindisi, definite “ad elevato rischio ambientale” dal Consiglio dei Ministri, con delibera del 30 novembre 1990, in base alla legge 305 del 1989, connotando fin da subito la duplice attenzione rivolta agli aspetti ambientali e sanitari. Entrambe sono aree a rischio di  tipo “puntiforme”, caratterizzate da una forte connotazione industriale e dalla presenza di importanti aree portuali. Studi di epidemiologia descrittiva avevano evidenziato un eccesso di mortalità statisticamente significativo per tumore maligno sia a Brindisi che a Taranto.
In questo contesto, nel 1999,  è nato come progetto del Ministero dell’Ambiente nell’ambito dei Piani di disinquinamento per il risanamento delle aree di crisi ambientale delle province di Brindisi e Taranto (DPR 23 aprile 1998, GU n.196 del 30 Novembre 1998) il Registro Tumori Jonico Salentino (RTJS) che ha successivamente incluso anche la provincia di Lecce per il riscontro di tassi di mortalità e ricovero per tumori del polmone superiori a quelli riscontrati nelle aree a rischio pur in assenza di insediamenti industriali importanti e che ha portato alla produzione di dati di incidenza neoplastica per gli anni 1999-2001 per le province di Taranto e di Brindisi.

La situazione attuale

La Giunta Regionale, con Deliberazione n. 1908 del 16 novembre 2007 e confermata con modifiche ed integrazioni con Deliberazione n.1500 del 1 agosto 2008, ha istituito il Registro Tumori della Regione Puglia (RTP). Lo scopo di tale registro è quello di descrivere il fenomeno neoplastico e le sue variazioni territoriali e temporali dell’intera regione, affinché possa rappresentare uno strumento informativo utile alla programmazione ed alla valutazione di interventi preventivi, come stabilito nel Piano di Salute della Regione Puglia (Allegato 1 della Legge Regionale  n. 23 del 19 settembre 2008), che assegna al RTP i seguenti obiettivi: 

  • La misurazione della mortalità e della incidenza del cancro per sede, per sesso, per età, e per altre caratteristiche della popolazione in modo omogeneo e standardizzato sull’intero territorio
  • La redazione di una relazione annuale sulla frequenza della patologia neoplastica in Puglia e sullo stato di prevenzione primaria e secondaria del cancro, sulla base della quale individuare aree critiche e priorità.
  • Lo svolgimento di indagini di epidemiologia ambientale ed occupazionale intese a stimare i rischi cancerogeni nel territorio regionale e a formulare ipotesi circa le cause, anche in collaborazione con altri enti e strutture di ricerca nazionali e internazionali.
  • Il supporto all’Assessorato per le Politiche della Salute e alle Aziende Sanitarie Locali per la pianificazione e l’attuazione di interventi di prevenzione primaria e secondaria, la valutazione dell’efficacia di programmi di screening per i tumori e dell’impatto di programmi di prevenzione primaria rivolti alle persone ed all’ambiente di vita e di lavoro.
  • Il supporto all’Assessorato all’ Ambiente attraverso la fornitura di dati che possano servire per  evidenziare criticità ambientali ed indirizzare interventi mirati.
  • Il monitoraggio e la valutazione dei dati relativi all’accesso e alla qualità dei servizi diagnostici e terapeutici, alla sopravvivenza dei pazienti affetti da cancro, fornendo confronti con altre regioni o paesi e indicazioni utili alla programmazione sanitaria.
  • L’identificazione e il monitoraggio dei gruppi ad alto rischio.

L’attività è realizzata a cura dell’IRCCS Oncologico “Giovanni Paolo II” di Bari, di concerto con l’Osservatorio Epidemiologico Regionale (OER Puglia), l’Agenzia Regionale Sanitaria (AReS Puglia), l’ARPA Puglia, le ASL, le Aziende Ospedaliere e gli IRCCS regionali. Il finanziamento è stato posto a carico del Fondo Sanitario mediante gli stanziamenti previsti nell’ambito del Documento di Indirizzo Economico Funzionale della Sanità. Il protocollo di intesa tra ARPA Puglia e IRCCS “Giovanni Paolo II” di Bari, di cui alla Deliberazione del Direttore Generale n.116 del 17 febbraio 2011, definisce le modalità di collaborazione tra i due Enti per finalità inerenti il coordinamento del Registro e le attività di epidemiologia ambientale connesse all’utilizzo dei dati.
Alle attività del Registro Tumori presiede un Comitato Tecnico Scientifico (CTS) di cui fanno parte gli Assessori regionali alle Politiche della Salute e dell’Ecologia, i rappresentanti di tutti gli Enti sopra indicati nonché un rappresentante delle Associazioni operanti nel campo oncologico. Nel corso della riunione di insediamento del CTS nel marzo 2009 è stato nominato Presidente il prof. Giorgio Assennato, che rimarrà in carica tre anni.
Il CTS ha approvato il Regolamento di funzionamento del RTP, il Piano Annuale delle Attività e il Manuale delle Procedure.
Il coordinamento delle attività di osservazione epidemiologica dei tumori è affidato all’IRCCS “Giovanni Paolo II” di Bari, all’interno della UO di Epidemiologia diretta dal dott. Piero Milella. Presso il centro di coordinamento sono svolte le attività di codifica ed elaborazione dei dati, redazione dei rapporti, conduzione di studi epidemiologici descrittivi ed analitici, in collaborazione con le altre strutture coinvolte. In ciascuna delle 6 ASL pugliesi, che hanno copertura provinciale, sono stati attivati – nell’ambito delle U.O. di Statistica ed Epidemiologia – specifici Settori di Attività dedicati.

Personale Referente Centro di Coordinamento

dott.ssa Lucia BISCEGLIA – AReS – coordinamento operativo
tel. 080 5403521
l.bisceglia@arespuglia.it

dott. Francesco CUCCARO  – ARPA PUGLIA

  • utilizzo dei dati di registro per valutazioni di epidemiologia ambientale
  • supporto nell'applicazione delle regole di registrazione e di codifica

tel. 080 5460351
f.cuccaro@arpa.puglia.it

dott.ssa Giovanna BURGIO LOMONACO – IRCCS Oncologico –  addetta alla codifica
tel. 080 5555004
vanna.burgio@oncologico.bari.it

dott.ssa Danila BRUNO – IRCCS Oncologico –  addetta alla codifica
tel. 080 5555004
danila.bruno@oncologico.bari.it  

dott.ssa Ida GALISE – IRCCS Oncologico – statistico
tel. 080 5555039
ida.galise@oncologico.bari.it