Respinto il Ricorso della Presidenza del Consiglio dei Ministri sulla Legge della Regione Puglia recante «Disposizioni in materia di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose».
Respinto il Ricorso della Presidenza del Consiglio dei Ministri sulla questione di legittimità costituzionale, in via principale, dell'articolo 2, commi 1, 2, lettere c) e d), e 3, lettere h), i) e j), della legge della Regione Puglia 7 maggio 2008, n. 6, recante «Disposizioni in materia di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose», in riferimento all'art. 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione.
La Corte Costituzionale conclude che "..l'attribuzione alla Regione di funzioni di indirizzo e coordinamento, in materia di pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose, operata dalle norme regionali impugnate, non solo non viola la potestà legislativa dello Stato, ma costituisce applicazione di quanto alla Regione demanda la stessa legge statale….". E' possibile scaricare il testo della legge regionale, la relazione di accompagnamento e le controdeduzioni, documenti predisposti dalla Regione Puglia con il supporto di ARPA Puglia, nonché la sentenza della Corte Costituzionale.
29/07/09