Attivato monitoraggio "Ostreopsis"

Anche per la stagione estiva 2008 L'ARPA Puglia ha attivato il monitoraggio "Ostreopsis". Allo scopo di monitorare eventuali fenomeni di fioritura della microalga in questione, potenzialmente tossica, l'Agenzia sta controllando costantemente (con frequenza quindicinale, aumentata nel caso di fioritura conclamata) n° 18 siti, distribuiti sull'intero territorio regionale e rappresentativi della tipologia costiera potenzialmente interessata dalla presenza della specie.

Anche per la stagione estiva 2008 L'ARPA Puglia ha attivato il monitoraggio "Ostreopsis". Allo scopo di monitorare eventuali fenomeni di fioritura della microalga in questione, potenzialmente tossica, l'Agenzia sta controllando costantemente (con frequenza quindicinale, aumentata nel caso di fioritura conclamata) n° 18 siti, distribuiti sull'intero territorio regionale e rappresentativi della tipologia costiera potenzialmente interessata dalla presenza della specie. Sino ad oggi i risultati delle analisi hanno evidenziato per alcuni siti la positività di Ostreopsis ovata, seppure in concentrazioni relativamente basse nella colonna d'acqua (picchi di densità inferiore a 3000-4000 cell./l) ed al di sotto della soglia di allarme indicata dal Ministero della Salute (10000 cell./l). Che cosa è l'Ostreopsis, come è arrivata sulle coste pugliesi, quali sono gli effetti dell'alga tossica sull'ambiente e sull'uomo, come evitarne gli eventuali danni. A questi interrogativi risponde la Guida in allegato, predisposta da Arpa Puglia, dal titolo "Ostreopsis Ovata, un nuovo ospite delle coste pugliesi".

24/07/08