Tavolo tecnico di monitoraggio all'Ilva, il parere di Arpa
 

Il 9 ottobre 2007 si è tenuta presso la Prefettura di Taranto la riunione del Tavolo Tecnico di Monitoraggio sull'Atto di Intesa, datato 23/10/2006,

Il 9 ottobre 2007 si è tenuta presso la Prefettura di Taranto la riunione del Tavolo Tecnico di Monitoraggio sull'Atto di Intesa, datato 23/10/2006, avente per oggetto il miglioramento dell'impatto ambientale dello stabilimento ILVA di Taranto. Nel corso di tale riunione ARPA Puglia ha fatto presente la necessità di un monitoraggio, sia dentro che fuori lo stabilimento siderurgico, delle emissioni diffuse di IPA (Idrocarburi Policiclici Aromatici) da parte della cokeria, in specie nel periodo attuale che precede l'adeguamento di tale impianto alle migliori tecniche (BAT) e ha già visto la riattivazione delle Batterie di forni a coke 3, 4, 5 e 6 dopo semplice "revamping"; ARPA Puglia ha richiesto, in proposito, una specifica integrazione dell'Atto di Intesa. In merito alla proposta di "barrieramento" dei parchi di materie prime, formulata da ILVA e corredata da uno studio di impatto atmosferico elaborato dall'Istituto di Inquinamento Atmosferico del CNR, ARPA Puglia ha presentato un proprio documento tecnico, che puntualizza i limiti di tale possibile misura di mitigazione.

09/10/07